Giornate Europee del Patrimonio 2017: aperture straordinarie ed eventi al Museo

Museo Archeologico Nazionale della Lomellina - Polo Museale Regionale della Lombardia

23 settembre 2017 - eventi in Museo

Ogni anno il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo promuove le Giornate Europee del Patrimonio (GEP) in Italia, che quest'anno verranno celebrate il 23 e 24 settembre.

Il tema scelto per la nuova edizione è “Cultura e Natura”, un argomento di grande attualità che permette di approfondire in modo critico il rapporto tra l’uomo e la natura e l’interazione dell’uomo con l’ambiente che lo circonda, in un ampio arco cronologico che va dalla preistoria all’epoca contemporanea.

Il Museo offre ai suoi visitatori in questa occasione aperture straordinarie e visite guidate gratuite.

Il programma prevede:

Sabato 23 settembre

Il Museo resterà aperto dalle ore 8,30 alle ore 19,30.

A seguire apertura straordinaria dalle ore 20 alle 23.

Alle ore 21.30 è prevista una visita guidata a cura del Direttore.

Domenica 24 settembre

Il Museo resterà chiuso.

Il tema della giornata: "Animali di vetro e d’argilla. Un percorso alla scoperta delle rappresentazione della natura nel Museo Archeologico Nazionale della Lomellina di Vigevano".

Colombine e gallettiTra gli oggetti esposti nel museo archeologico di Vigevano occupano un posto di rilievo la coroplastica e i reperti in vetro, anche perché rappresentano una peculiarità del territorio.

Particolarmente frequenti nei corredi tombali di I secolo d. C. sono le statuette fittili con rappresentazioni di animali, forse rievocazioni della vita quotidiana e dell'ambiente circostante, caratterizzato da un'economia agricolo-pastorale: ritroviamo così galletti, colombe e passerotti, muli e asinelli, spesso raffigurati in modo realistico.

Non mancano poi le rappresentazioni di animali tra le appliques decorative dei letti funerari, che in Lomellina erano realizzate in terracotta: protomi di leoni, di cavalli o muli, di grifoni e di trampolieri, carichi di simbologie funerarie collegate al culto dionisiaco.

Tra gli oggetti in vetro spiccano i balsamari a forma di colomba, piuttosto frequenti nei corredi funerari della zona con una simbologia collegata al mondo femminile: la piacevolezza della forma e la vivacità dei colori li rendevano particolarmente apprezzati.

Ma scorrendo le vetrine delle sale si possono cogliere anche altre rappresentazioni collegate al tema della natura: ad esempio, le raffigurazioni di tralci di vite o di edera sulle coppe in ceramica invetriata, animate talora dalla presenza di uccelli, alcune delle quali saranno per la prima volta esposte al pubblico in questa occasione.

Tutti gli eventi dei musei italiani sono disponibili e in continuo aggiornamento sul sito: www.beniculturali.it/GEP2017

Per informazioni:


museoarcheologico.vigevano@beniculturali.it

Documenti da scaricare